La sbriciolata al caffè senza cottura è una torta facile e veloce che puoi preparare in pochissimo tempo e con pochissimi ingredienti. Non c’è nulla di difficile e non c’è bisogno neanche di essere dei maestri in cucina. Pronto? Allaccia il grembiule, la tua sbriciolata ti aspetta!

 

 

Come preparare la sbriciolata al caffè senza cottura

 

Prepara due tazzine di caffè zuccherate e mettile da parte a raffreddare. Intanto, frulla i biscotti fino a ridurli in polvere serviranno per la base della sbriciolata. Poi fai sciogliere in una padellina il burro e fallo raffreddare completamente.

 

La base di biscotti per la sbriciolata al caffè  senza cottura

 

Raccogli i biscotti sminuzzati in un contenitore insieme al burro fuso e lavora l’impasto con i polpastrelli fino ad ottenere tante piccole briciole. Trasferisci i due terzi del composto in una tortiera a cerniera dal diametro di circa 24 cm. A questo punto, copri con la pellicola trasparente e fai rassodare in frigo per 6 ore circa.

 

La crema per farcire la sbriciolata al caffè senza cottura

 

In un recipiente metti il mascarpone con lo zucchero a velo e il caffè raffreddato e zuccherato e mescola per bene fino ad avere un composto uniforme. Monta la panna a neve e aggiungila al resto degli ingredienti, amalgama il tutto aiutandoti con una spatola e, con dei movimenti dal basso verso l’alto, presta attenzione a non smontare troppo la crema.

Riprendi la tortiera dal frigo e riempila con la crema. Infine, copri con il restante dei biscotti sbriciolati e metti in frigo per almeno 4 ore.

 

La tua sbriciolata al caffè  senza cottura è servita!

 

Sbriciolata senza cottura al caffè: ingredienti

 

500 g di biscotti secchi

200 g di burro

500 g di mascarpone

2 tazzine di caffè Lavazza Qualità Rossa

130 g di zucchero

200 ml di panna

 

Il caffè ideale per questa ricetta

 

Qualità Rossa

Qualità Rossa incarna tutta la passione di Lavazza per il caffè. Una miscela dall'aroma unico e dal corpo pieno, ricco di straordinaria rotondità, composta prevalentemente da Arabica brasiliani e Robusta africani.