Hai aggiunto al carrello
 
TOTALE PARZIALE
VAI AL CARRELLO

TORNA INDIETRO
TheCoffeeBook

B come Blend

Pubblicato il 09 settembre 19

La traduzione letterale in italiano è miscela; ma il blend è vera e propria arte per chi produce caffè con passione.

 

I caffè in commercio, e quelli offerti ai banconi del bar, non sono tutti uguali. Questo dipende certo dalla qualità delle materie prime, ma anche dai metodi utilizzati per la trasformazione, primo tra tutti il blending.

 

Un blend è ben fatto quando corpo, aroma e gusto sono in perfetto equilibrio tra loro e concedono, durante l’assaggio un’esperienza sensoriale unica.

 

Il corpo è infatti la sensazione percepita in bocca al primo sorso; l’aroma coinvolge l’olfatto grazie a un piacevole insieme di profumi; il gusto che varia dall’acido al dolce, completa l’esperienza nel palato.

 

Le prime miscelazioni risalgono a Luigi Lavazza in persona che ha iniziato mixando Arabica e Robusta fino a perfezionare le migliori combinazioni.

 

 

 

Abbiamo trovato altri articoli che potrebbero interessarti...

MAGAZINE
E come Espresso

TheCoffeeBook

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
B come Beneficio

TheCoffeeBook

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
C come Crema

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
A come Amaro

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
M come Miscela

TheCoffeeBook

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
T come Torrefazione

TheCoffeeBook

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
R come Robusta

TheCoffeeBook

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
M come Macinatura

TheCoffeeBook

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
I come intensità

TheCoffeeBook

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
G come Gusto

TheCoffeeBook

SCOPRI DI PIÙ