Totale provvisorio
    Il carrello è vuoto
    Spedizione

    Mancano solo [freeShipping] per avere la spedizione gratuita

    Libano
    Beirut, una città, tutti i caffè del mondo

    A Beirut, città cosmopolita e occidentalizzata, il caffè si serve in tutti i modi possibili: dal decotto arabo-beduino all’infuso turco, dal caffè speziato al caffè americano, dall’espresso al white coffee (che non contiene caffè ed è destinato a chi non tollera la caffeina). Lontano dalle città sopravvivono invece le tradizioni delle singole comunità, come un bizzarro caffè ottenuto dalla tostatura delle ghiande, oppure l’infuso di mate, tipico sudamericano, importato dagli emigrati di ritorno dal Brasile. Mentre a Beirut, ricostruita più volte dopo i conflitti, i caffè storici non si trovano più (tranne il Gemmayzeh Cafè, ritrovo di artisti, intellettuali e anziani giocatori di backgammon), a Tripoli resistono esempi dei caffè popolari di una volta, dove bere caffè turco in una nuvola di fumo del narghilè. Tipici sono i venditori di street coffee, che offrono ai passati caffè turco preparato in colorate cucine portatili, caffè all’occidentale estratto da macchine espresso montate su tricicli e carrettini, oppure caffè di più stretta tradizione araba, versato da grandi bricchi in metallo con fornelletto incorporato sul fondo.

    Le ricette
    White coffee
    Caffè bianco
    INGREDIENTI PER 4 PERSONE
    4 cucchiaini d’acqua di fiori d’arancio naturale
    4 tazzine d’acqua di fonte
    zucchero o miele a piacere
    Preparazione

    Portare a ebollizione l’acqua in un bricco, aggiungere lo zucchero o il miele finché è ben calda e mescolare per sciogliere. A parte, versare l’acqua di fiori d’arancio nelle tazzine e riempirle a filo con l’acqua zuccherata. Servire la bevanda ben calda a fine pasto o la sera prima di coricarsi, per la sua azione calmante.


    Mouhallabieh
    Flan all’acqua di fiori d’arancio
    INGREDIENTI PER 4 PERSONE
    1 litro di latte intero
    4 cucchiai di farina di riso
    150 g di zucchero
    100 g di pistacchi di Aleppo sgusciati, al naturale
    2 cucchiai d’acqua di fiori d’arancio naturale
    Preparazione

    Far riscaldare il latte in un bollitore. A parte sciogliere la farina di riso in poco latte freddo e versare il tutto nel bollitore, rimestando accuratamente con una frusta e proseguendo la cottura finché il composto inizierà a fremere e a rapprendere. A questo punto unire lo zucchero, mescolare bene fino a scioglierlo completamente e quando inizierà ad addensare aggiungere l’acqua di fiori d’arancio, dando l’ultima mescolata, giusto un attimo prima di versarlo nelle coppette. Completare con una spolverata di pistacchi tritati e servire come dessert, ben fresco.