Totale provvisorio
    La più generosa delle madri ha una famiglia pronta a difenderla: i guardiani della Terra. Persone che vivono in simbiosi con essa e la proteggono perché dai suoi frutti traggono cibo, lavoro, vita.
    I luoghi d’origine

    Alcuni sognano un’Africa migliore; altri tramandano di padre in figlio le tradizioni di un continente caldo e rigoglioso: l’America Latina; altri ancora non riescono a immaginare un luogo diverso dall’Asia a cui appartenere, perché sono ciò che abitano.

    Mille racconti, una bella storia

    I guardiani della Terra sono coltivatori, piccoli produttori e contadini; ognuno impegnato nella difesa delle sue colture, con obiettivi che riguardano il benessere collettivo. Provengono da luoghi diversi, ma sono accumunati dagli stessi principi: il rispetto e la salvaguardia della terra perché credono nel suo valore.

    Asnakech Thomas Biene

    “In Etiopia, il caffè è detto Spina dorsale del Paese”. Fiera di essere nata dove il caffè ha avuto origine, lo ritiene una priorità. Coltiva, mette a punto nuove tecniche e istruisce gli altri contadini.

    LEGGI L'ARTICOLO
    Anayibe e Carmen Pineda

    “È importante andare a scuola per poi tornare”. Nonna e nipote: due generazioni nello stesso campo di caffè. La prima insegna il lavoro; la seconda studia, impara e condivide, aggiungendo valore alle loro tradizioni.

    LEGGI L'ARTICOLO
    Somboun Saj Boukea

    “Non possiamo permetterci di perderla”. Presidente di Jay Coffee Cooperative a Paksong in Laos, lavora in modo sostenibile per arricchire la terra, se fosse distrutta sarebbe come perdere se stessi.

    LEGGI L'ARTICOLO
    Un ritratto di famiglia

    Lavazza ha voluto celebrare gli uomini e le donne di vecchie, giovani e future generazioni impegnati nella salvaguardia della Terra. L’ha fatto immortalando i loro volti negli scatti di tre fotografi di calibro internazionale: Steve McCurry, Joey L, Denis Rouvre e dedicando loro una trilogia di calendari, dal 2015 al 2017.

    LEGGI L'ARTICOLO
    2030 What are you doing?

    Il calendario 2018, affidato all’obiettivo di Platon, è uno scorcio sul presente di chi è già impegnato per un futuro migliore.

    SCOPRI DI PIÙ