Da qui, grazie ai mercanti olandesi, ha raggiunto il resto del mondo, questo il motivo per cui viene anche chiamato Dutch Coffee o Kyoto Coffee.

 

Per realizzarlo occorre una Cold Brew Tower e… molta pazienza! 

 

A differenza dell’espresso italiano, infatti, il segreto di questa preparazione risiede nella lentezza con cui l’acqua filtra, goccia dopo goccia, attraverso il caffè macinato. Proprio come ogni star, anche il Cold Brew Coffee ha i suoi segreti.