Totale provvisorio
    Il carrello è vuoto
    Coffee experience
    Un viaggio alla scoperta del mondo del caffè, guidato dai professionisti del Training Center.

    Le aree tematiche in cui il Training Center opera coprono tutti i principali aspetti della cultura del caffè, dalle origini, all’assaggio, fino ai metodi di preparazione professionali, grazie alla conoscenza specifica offerta dal nostro team di esperti.

    Metodi di preparazione

    Il Training Center Lavazza offre corsi rivolti ai professionisti sui metodi di preparazione del caffè, dai più tradizionali ai più innovativi.

    MOKA
    MOKA
    La moka non manca mai nelle case italiane
    Sinonimo del caffè made in Italy, la moka è forse l’utensile da cucina più diffuso nelle case degli italiani. Dall’iconica Bialetti del 1933, ne sono stati prodotti diversi modelli che hanno contribuito a diffondere la tradizione del caffè italiano nel mondo. Il suo funzionamento è semplice, ma esiste qualche piccolo accorgimento per utilizzarla al meglio. La temperatura dell’acqua, la quantità di miscela, l’intensità della fiamma: scopri tutti i trucchi per compiere la magia del caffè!
    CHEMEX
    CHEMEX
    La caffettiera che ha conquistato il MoMa
    Un design unico e sofisticato caratterizza la più giramondo delle caffettiere: inventata da un chimico tedesco negli stati uniti nel 1941, la Chemex è oggi apprezzata da tutti gli amanti del caffè. Il suo fascino risiede nel rituale che accompagna l’estrazione del caffè: la scelta del filtro, la tecnica per versare l’acqua, la misurazione dei tempi. Non è un caso che il più elegante dei dripper sia oggi esposto al MoMa, il museo d’arte moderna di New York.
    COLD BREW
    COLD BREW
    Una star internazionale
    Gli Stati Uniti hanno reso il Cold Brew Coffee una celebrità nel mondo del caffè, ma le prime testimonianze di un suo consumo si attestano già nel 1600 in Giappone. Da qui, grazie ai mercanti olandesi, ha raggiunto il resto del mondo, motivo per cui viene anche chiamato Dutch Coffee o Kyoto Coffee. Per realizzarlo occorre una Cold Brew Tower e… molta pazienza! Il segreto di questa preparazione risiede infatti nella lentezza con cui l’acqua filtra, goccia dopo goccia, attraverso il caffè macinato.
    CAFFETTIERA NAPOLETANA
    CAFFETTIERA NAPOLETANA
    La preparazione dai mille dettagli
    La storia della caffettiera napoletana ha in realtà origine in Francia nel 1819, essendo la sua ideazione attribuita al parigino Morize. Nel corso dei secoli, tuttavia, la cuccumella è diventata uno dei simboli della cultura e tradizione partenopea. Preziosa ed elaborata come la formula di un alchimista, la preparazione della caffettiera napoletana richiede molta cura per i dettagli: ecco tutto quello che occorre sapere per gustare ‘na tazzulella ‘e cafè perfetta!
    PLUNGER O FRENCH PRESS
    PLUNGER O FRENCH PRESS
    Ideale per il caffè ma anche per tè e infusi
    Plunger, French Press, melior, cafetière à piston, caffettiera francese: questo sistema di estrazione è conosciuto con tanti nomi quanti sono i paesi in cui viene usato. Ideale per preparare anche tè e infusi, si distingue per il suo design e per la tecnica con cui l’acqua e il caffè macinato vengono separati. Qualunque sia la bevanda che preferisci, scopri i segreti per usarla al meglio.
    ESPRESSO
    ESPRESSO
    Espresso significa “fatto sul momento”
    Il primo prototipo di macchina espresso è stato presentato nel 1855 all’Esposizione Universale di Parigi. Il particolare processo di estrazione rende l’espresso una bevanda concentrata, dal gusto e dall’aroma intensi.
    L’espresso: il caffè italiano nel mondo

    
L’espresso è riconosciuto come il caffè italiano per eccellenza. Le sue caratteristiche imprescindibili sono la crema compatta, il corpo pieno e l’aroma intenso. Bere un espresso è un’esperienza completa che coinvolge la vista, l’olfatto e il gusto.

    banner-mobile
    Coffee Roots: dov’è nato il caffè
    Lavazza ha voluto celebrare le radici della storia di questo prodotto unico. Coffee Roots è un viaggio che ripercorre le origini e la prima diffusione verso l’Occidente dei magici chicchi e esplora il significato che il caffè ha nelle culture del mondo.

    Il progetto, diventato poi un libro firmato dal giornalista “gastronomade” Vittorio Castellani aka Chef Kumalè, va alla scoperta delle mille varianti con cui il caffè è stato adattato al gusto e alle abitudini dei popoli che lo hanno accolto nella loro quotidianità.

    Così, se oggi l’Espresso può essere considerato “il linguaggio universale del caffè, condiviso nei 5 continenti, è importante sapere che esistono e resistono in ogni Paese anche i dialetti locali, ossia riti, cerimonie, abitudini e stili di consumo legati alle singole tradizioni” (Chef Kumalè).
    Le ricette tradizionali

    Preparare il caffè è un’arte raffinata che porta con sé storie e tradizioni dal mondo.