Totale provvisorio
    TORNA INDIETRO
    8 minuti

    WE ARE WHAT WE LIVE. Lavazza al MIA con le immagini di Denis Rouvre

    09-03-2017 • Calendario Lavazza

     

     

     

    Milano, 14 febbraio 2017 – La settima edizione del MIA PHOTO FAIR, che coinvolge artisti, galleristi e pubblico da tutto il mondo, si conferma uno degli appuntamenti di maggior rilievo nell’ambito della fotografia d’autore: dal 10 al 13 marzo infatti, nello spazio di The Mall, oltre agli editori specializzati, si confronteranno con le tendenze legate all’immagine anche 80 gallerie provenienti da 11 nazioni diverse.

     

     

     

     

    Dal 1993, anno del primo leggendario Calendario firmato da Helmut Newton, Lavazza si è legata alla fotografia d’autore, scegliendo questo linguaggio universale per rappresentare nel mondo la propria identità, affidando i Calendari e le campagne pubblicitarie a veri artisti della fotografia contemporanea.

     

     

    A sottolineare ulteriormente quest’attenzione verso le arti visive, negli ultimi anni l’Azienda ha sostenuto le manifestazioni artistiche internazionali più importanti in questo settore. Ed è proprio condividendo importanza del linguaggio fotografico come strumento di comunicazione internazionale che Lavazza si riconferma partner del MIA, accompagnandolo fin dai suoi esordi: dopo la personale dedicata lo scorso anno a Mario De Biasi, quest’anno il Caffè Artistico Lavazza parlerà attraverso le immagini di Denis Rouvre e il progetto WE ARE WHAT WE LIVE, realizzato dal fotografo francese per il Calendario Lavazza 2017. Si tratta del terzo capitolo di un viaggio lungo 13mila chilometri firmato da Lavazza e Slow Food per conoscere oltre 350 Earth Defenders, i Difensori della Terra: dopo l’Africa con Steve McCurry e l’America del Sud con Joey L. questo terzo approdo in Asia firmato da Rouvre, porta al centro degli scatti l’uomo e il suo rapporto simbiotico con l’ambiente: le 12 immagini in mostra al MIA sono la rappresentazione perfetta di entità inscindibili, metà uomo e metà ambiente, come se tra un territorio e chi lo abita, storia, voce e visioni fossero univoche.

     

     

     

     

     

     

     

     

    DOWNLOAD
    DOWNLOAD
    PDF DOC JPG