Davide Oldani

Puoi trovare il nostro caffe nei ristoranti:

D’O, Nuovo D’O (Cornaredo) e Oldani Caffè (Malpensa Airport). 

Il nome di Davide Oldani è indissolubilmente legato alla cucina pop della quale viene riconosciuto come ideatore.

Nel 2003 apre il suo ristorante, il D’O, a Cornaredo, in provincia di Milano, suo paese d’origine.

Dopo un anno di attività, le più autorevoli guide gastronomiche lo annoverano fra i grandi chef della cucina italiana.

Le esperienze precedenti l’apertura del D’O, lo avevano visto a fianco di Gualtiero Marchesi, Albert Roux, Alain Ducasse, Pierre Hermé.    

Non c’è chef che non ambisca le stelle: le ricette di Davide Oldani, Pietro Leeman e Dennis Zoppi per Caffè Nello Spazio
SCOPRI DI PIÙ

Nel dicembre 2008 ha ricevuto l’Ambrogino d’oro dal Comune di Milano.

Nel novembre 2013 è stato invitato ad Harvard per raccontare la sua esperienza imprenditoriale in seguito a una case history sul suo ristorante pubblicata sulla Harvard Business School Review: gli economisti dell’università, infatti, ritengono che il suo approccio e la sua organizzazione al lavoro sia applicabile a diverse categorie e non solo a quella della ristorazione.

Nel maggio 2014 prende forma il Davide Oldani Cafè, locale aperto nella nuova Piazza del lusso dentro l’Aeroporto di Malpensa a Milano.

Nel 2015 ha tenuto una lezione all’Università di Business parigina HEC, è stato nominato Ambassador EXPO 2015 e partecipa come speaker al World Business Forum di Milano.

Ha pubblicato Cuoco andata e ritorno (2008), La mia cucina pop, L’arte di caramellare i sogni (2009), Pop, La nuova grande cucina italiana (2010), Il giusto e il gusto (2012), Storie di sport e cucina (2013), Chefacile (2013), Pop Food (2015), D’O eat better (2016).

IMG_02
IMG_01

Da 16 anni collabora con il mensile La Cucina Italiana. Redige settimanalmente, per Sport Week, una rubrica di cucina pop e sport, e scrive nel blog Chiacchierando con gusto di IoDonna - il femminile del Corriere delle Sera.

Nel 2016 ha inaugurato un ristorante a Manila, uno a Singapore, e ha aperto il suo nuovo D’O, un’evoluzione del precedente, per poter realizzare una cucina più “grande”, capace di confrontarsi con altre cucine nel nostro Paese e non solo. Nell’estate dello stesso anno è stato nominato dal CONI Food & Sport Ambassador e chiamato come chef a Casa Italia per le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

La sua attività di designer, nata dall’osservazione quotidiana dell’ospite, rispecchia quella di cuoco: tavoli, sedie, piatti, posate e bicchieri sono ispirati al POP: semplici, funzionali, eleganti.

I marchi creati per il design sono: “IDish” – “assiette D’O” – “H2D’O” I nuovi format con: “FOO’D” - “Davide Oldani Cafè” - “CucinaPOP”.

Sono stati gli studi e le collaborazioni con gli chef più rinomati di Italia e d’Europa come Gualtiero Marchesi, Albert Roux, Alain Ducasse e Pierre Hermé ad avergli stimolato creatività e passione per la cucina.

Proprio rubando un piccolo segreto a ognuno dei suoi maestri Oldani è riuscito a creare una filosofia tutta sua: la cucina pop. Un modo di cucinare economico e al contempo gustosissimo, atto a valorizzare i sapori più naturali della nostra tradizione, ma assaporando la loro gustosità da un altro punto di vista.

Davide Oldani ha svelato che è stato proprio Gualtiero Marchesi ad averlo avvicinato per la prima volta a un certo modo di intendere questo mestiere, mentre Albert Roux gli ha fatto capire l'importanza e la delicatezza della cucina francese.

Un altro grande maestro di Oldani è stato Alain Ducasse, che gli ha mostrato il lato manageriale che orbita attorno al mestiere di chef, mentre Pierre Hermé gli ha svelato l'ultimo segreto: l'importanza della pasticceria nella cucina francese.

Il concetto di base della cucina POP di Oldani risiede nella lavorazione di materie di alta qualità con una tecnica sopraffina, nell'intento di valorizzare al massimo i sapori che tutti conoscono ma che nessuno ha realmente gustato così a fondo.

"Un modo per avvicinare anche i più scettici al mondo della cucina, senza però rivelarsi troppo esclusivi.”

La ricetta speciale di Davide Oldani per Identità Golose
SCOPRI DI PIÙ

Ristorante D'O

La cucina di Davide Oldani è POP: nasce dal desiderio di amalgamare l’essenziale con il ben fatto, il buono con l’accessibile, l’innovazione con la tradizione. Per questo, i menu del Ristorante D’O sono un costante equilibrio di contrasti, promesse di dolce nel salato e una “memoria” di salato nel dolce.

Gli altri Chef

Pietro Leemann
VEDI LA SCHEDA

Loretta Fanella
VEDI LA SCHEDA

Alfredo Russo
VEDI LA SCHEDA

Moreno Cedroni
VEDI LA SCHEDA

Maurilio Garola
VEDI LA SCHEDA

Carlo Cracco
VEDI LA SCHEDA

Massimo Bottura
VEDI LA SCHEDA

Ferran Adrià
VEDI LA SCHEDA