Pittrice, illustratrice, street artist, le sue opere non vivono solo nei libri di illustrazione ma anche sui muri alti 30 metri, come il murales realizzato per Toward 2030 commissionato dal Comune di Torino in collaborazione con Lavazza per l’Agenda 2030.

 

Agenda obiettivi 2030: il Goal 5 di Lavazza

 

“Il pregiudizio di genere – come si legge sul sito dei Global Goals - sta minando il nostro tessuto sociale e svaluta tutti noi. Non è solo una questione di diritti umani; è un enorme spreco del potenziale umano del mondo. Negando alle donne pari diritti, neghiamo a metà della popolazione la possibilità di vivere la vita al massimo. L'uguaglianza politica, economica e sociale per le donne andrà a beneficio di tutti i cittadini del mondo. Insieme possiamo sradicare il pregiudizio e lavorare per la parità di diritti e rispetto per tutti”.

 

È da qui che Camilla Falsini è partita per realizzare il quinto Global Goal dell’ONU. “Per la realizzazione dell'obiettivo 5 – ha detto la street artist romana - ho pensato alla figura di Christine de Pizan, nata nel 1364, la prima scrittrice professionista e considerata la prima femminista della storia. Questo lavoro le rende omaggio: una donna forte, intelligente e coraggiosa come protagonista di cui parla in La città delle donne, la sua opera letteraria più famosa”.

Tu l’hai già vista? Trovi l’opera a Torino in Corso Belgio 79. Sostieni anche tu questo goal!