L’adesione al Global Compact e ai Global Goals



La sostenibilità si fonda su una continua evoluzione e sulla consapevolezza dei propri limiti, delle proprie forze e delle priorità di azione. L’ascolto e il confronto con gli stakeholder sono fondamentali per costruire un percorso che crei valore condiviso lungo tutta la filiera. Con questa consapevolezza Lavazza ha accolto i principi di sostenibilità sanciti su scala globale dalle Nazioni Unite.



Il Manifesto della Sostenibilità del Gruppo Lavazza

Il Manifesto della Sostenibilità del Gruppo Lavazza “A goal in Every Cup” è una dichiarazione programmatica che delinea la strategia di Sostenibilità del Gruppo, ispirata dal profondo senso di responsabilità che l’Azienda nutre da oltre 120 anni nei confronti delle comunità in cui opera, in particolare i coltivatori di caffè, i dipendenti e i consumatori. 

Si tratta di una strategia sempre più integrata nel business e basata sui principi dell’Agenda 2030 sottoscritta nel 2017, all’interno della quale Lavazza ha individuato i quattro pilastri di sostenibilità prioritari, rispetto ai quali impegnarsi nei prossimi anni: Goal 5 - Uguaglianza di genere, Goal 8 - Lavoro dignitoso e crescita economica, Goal 12 - Consumo e produzione responsabile, Goal 13 – Agire per il clima. 

I 4 Goals individuati sono stati scelti con l’obiettivo di promuovere un equilibrio di obiettivi sia sociali (8 e 5) che ambientali (12 e 13). 

Ad essi il Gruppo affianca il “Goal Zero”, ideato da Lavazza con il proposito di diffondere il messaggio dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile presso ogni interlocutore chiave dell’Azienda. 

SCARICA IL MANIFESTO DI SOSTENIBILITÀ.

Lavazza e i Sustainable Development Goals

Lavazza si impegna a perseguire i 17 obiettivi dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite. L’innovazione sostenibile, la lotta al cambiamento climatico e l’impegno per una produzione e un consumo responsabili danno vita a un circolo virtuoso: portano non solo un beneficio per l’ambiente e la società ma generano efficienza nei cicli produttivi, riduzione degli sprechi, limitazione dei processi antieconomici, anche a beneficio dei margini aziendali.

Per Lavazza questi principi non sono negoziabili: non solo perché il prodotto deriva dalle trasformazioni di materie prime di origine vegetale, potenzialmente minacciate dal fenomeno dei cambiamenti climatici, ma soprattutto perché le responsabilità globali che i Goals implicano superano i meri interessi economici, tracciando la strada che porta verso un mondo più etico e sostenibile.

 

 

VAI AL SITO