Nell’ambito della XIX Settimana della Cultura d’impresa, il Museo Lavazza, insieme a Promemoria, presenta il nuovo Archivio Storico Digitale Lavazza, con un evento in streaming, che si terrà venerdi 20 novembre, alle ore 10.

 

L’Archivio Storico Lavazza, attiguo al Museo Lavazza, all’interno del complesso di Nuvola, nel quartiere Aurora di Torino, custodisce e valorizza uno straordinario corpus documentale legato alla cultura del caffè e a 120 anni di storia aziendale. Sin dalla sua fondazione, grazie alla lungimiranza di Antonella Lavazza, l’archivio è impegnato in un costante lavoro di ricerca, di digitalizzazione e di descrizione dei materiali, che confluiscono in un’apposita piattaforma digitale di consultazione. Con l’obiettivo di rendere sempre più accessibile e di facile fruizione questo incredibile patrimonio, per i dipendenti Lavazza e per i ricercatori, nasce la nuova interfaccia dell’archivio digitale, basato sulla soluzione "Archiui Corporate" di Promemoria. Il sistema integrerà un approccio sperimentale per la valorizzazione economica del patrimonio intangibile, basato sulla profonda consapevolezza che il tempo e la conoscenza siano asset non replicabili, preziosi, insostituibili ed essenziali di una storia aziendale come quella di Lavazza.

 

Venerdì 20 Novembre alle ore 10, in diretta streaming dalla Centrale Nuvola Lavazza, il nuovo Archivio Storico Digitale sarà presentato con un evento dedicato, in cui interverranno Antonella Lavazza, membro del board di Lavazza Group e Direttore dell’Archivio Storico Lavazza, Marco Amato, direttore del Museo Lavazza, che ci racconterà il passaggio “Dall’Archivio Storico, all’Archivio Corporate”, Giacomo Golinelli, COO di Promemoria, ci introdurrà nella “Prospettiva degli archivi corporate contemporanei” e ci accompagnerà in una visita guidata virtuale alla piattaforma, attraverso i suoi materiali e le sue funzioni. L’evento si concluderà con la performance di Valerio Millefoglie, scrittore, musicista e performer, dal titolo “Archivio della Distanza e del suo Contrario” – un dj set a parole in cui la “distanza” ed il suo contrario diventano bussola e traiettoria in un mosaico coinvolgente di musica, racconto ed ospiti provenienti da mondi eterogenei: filosofi, filologi, geografi e scrittori. La distanza servirà per avvicinarci.

 

Valerio riporta in superficie una serie di materiali come il libro “Coffee Roots - Giordania, la cultura beduina, Petra e il deserto del Wàdi Rum”, il collage su tela di iuta di Ezio Gribaudo, i luoghi disegnati da Italo Giovanni Mattoni nelle Figurine, il diario di viaggio del Bonito Bar, Giuseppe Lavazza in visita alla filiale di Cagliari, fotografie del viaggio in Tanzania di Pericle Lavazza e molti altri panorami ancora.

 

Una selezione dei materiali più significativi e interessanti, organizzati in percorsi tematici, è già stata aperta al pubblico lo scorso aprile, attraverso il sito archiviostorico.lavazza.com e sarà presto implementata con nuovi contenuti redazionali.

 

Sarà possibile connettersi in streaming all’evento direttamente dalla nostra pagina FB @lavazzamuseo