Hai aggiunto al carrello
 
TOTALE PARZIALE
VAI AL CARRELLO

TORNA INDIETRO
Meno di un minuto
Tennis Tips

Il rovescio

Il rovescio è cambiato nel corso degli anni: dall'impugnatura classica a una mano, si è passato gradualmente a quella a due mani. 

«È innanzitutto per un tema di compensazione», spiega Carlos Moyá, «dal lato del rovescio abbiamo meno forza perché interviene di più la parte posteriore del corpo. L'altra mano diventa quindi di grande aiuto in termini di esplosività ed equilibrio, permettendo di governare al meglio il rimbalzo della pallina».


«È sempre una questione di potenza e controllo» aggiunge Toni Nadal, «solo così riusciremo ad ottenere un accompagnamento uniforme, in grado di portare la pallina all'interno della racchetta». 

«L'ultimo aspetto da considerare riguarda la posizione del corpo», continua Toni «occorre caricare il peso delle gambe in avanti, provando a compiere un movimento omogeneo».

Il rovescio perfetto passa quindi dalla capacità di saper controllare il proprio corpo, distribuendo forza e slancio in maniera armoniosa.

Abbiamo trovato altri articoli che potrebbero interessarti...

MAGAZINE
Coffee With a Legend

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
The peak

Agassi's Diary

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Roland-Garros 2017

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Australian Open 2016

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Roland-Garros 2018

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
U.S. Open 2016

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Wimbledon 2016

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Gallery Roland-Garros 2018

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Australian Open 2018

Gallery

SCOPRI DI PIÙ
MAGAZINE
Wimbledon 2017

Gallery

SCOPRI DI PIÙ