Totale provvisorio
    Il carrello è vuoto
    Hai aggiunto al carrello
     
    TOTALE PARZIALE
    VAI AL CARRELLO

    TORNA INDIETRO
    The Coffee Book

    A come Amaro

    Pubblicato il 16 marzo 17

    L’amaro, insieme all’acido, rappresenta il sapore chiave che determina il gusto del caffè.

    Secondo una ricerca scientifica[i], il sapore amaro è generalmente sgradito e persino spontaneamente rifiutato. Nonostante ciò, il sapore del caffè è ampiamente apprezzato.

     

    Sono molte le ragioni alla base di questo apparente paradosso. In parte, l’elemento olfattivo, il profumo del caffè, riequilibra l’amaro del suo gusto, arricchendo il bouquet e offrendo una sensazione piacevole nel complesso.

    b-for-bitter_medium-01
    b-for-bitter_medium-02

     

    Un’altra ragione può essere attribuita alla nostra stessa anatomia. Il solo sapore amaro è mediato da circa 25 recettori differenti. Questi recettori funzionano in modo diverso, per così dire, in ognuno di noi, a seconda delle variazioni genetiche che ci distinguono.

     

    Di conseguenza, la percezione del sapore amaro è individuale e probabilmente unica.

     

     

    Questo articolo si basa sul contenuto di “L’observatoire des saveurs”.

     

    [i]           Rosenstein & Oster, 1988

     

    Abbiamo trovato altri articoli che potrebbero interessarti...

    MAGAZINE
    E come Espresso

    TheCoffeeBook

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    B come Beneficio

    TheCoffeeBook

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    C come Crema

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    A come Amaro

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    M come Miscela

    TheCoffeeBook

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    T come Torrefazione

    TheCoffeeBook

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    R come Robusta

    TheCoffeeBook

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    M come Macinatura

    TheCoffeeBook

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    I come intensità

    TheCoffeeBook

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    G come Gusto

    TheCoffeeBook

    SCOPRI DI PIÙ