Totale provvisorio
    Il carrello è vuoto
    Hai aggiunto al carrello
     
    TOTALE PARZIALE
    VAI AL CARRELLO

    TORNA INDIETRO
    3 minuti
    Coffee Sips

    Coffee Sapiens - Alle origini del caffè

    La nascita del caffè, prima come pianta, poi come bevanda, è un tema senza risposte precise. Gli scritti di esploratori e scienziati sono permeati da un alone di mistero, che rende la storia del caffè ancora più intrigante.

     

    Fra le tante, la leggenda probabilmente più conosciuta ed evocativa ha per protagonista un giovane pastore di nome Kaldi, vissuto nella regione di Kaffa intorno al 850 d.C.

     

    Secondo la leggenda, mentre il giovane stava conducendo il suo gregge sui monti abissini, si rese conto che le capre avevano iniziato a comportarsi in modo molto strano, energico, eccitato. Dopo aver individuato il piccolo gruppo di arbusti alla fonte di quel comportamento, Kaldi decise di sperimentare su di sé quelle bacche rosse. Un monaco che passeggiava nelle vicinanze notò da subito gli effetti delle bacche, le provò e restò estasiato. A seguito di ciò, l’abitudine di bere infusioni a base del frutto di caffè si diffuse fra i monaci dell’Arabia Felix; usanza che si consoliderà fra i monaci sufi prima e tra gli Ottomani poi. 

     

    La pianta del caffè è un arbusto sempreverde a tronco dritto, appartenente alla famiglia delle Rubiacee
    Se lasciata crescere spontaneamente, può raggiungere anche 12 metri di altezza; le piante coltivate, invece, si fermano intorno ai 3 metri.

     

    La coltura del caffè si classifica secondo il trattamento delle piante: nella caffeicoltura estensiva, non vengono seguite pratiche di gestione particolarmente intense e si cerca di limitare l'utilizzo di prodotti agro-chimici di sintesi; la caffeicoltura intensiva si basa invece su tecnologie moderne e prodotti chimici, con lo scopo di incrementare la resa.


    Le piante e i prodotti finali sono fortemente condizionati dai fattori ambientali. Tra questi emergono il suolo, la gestione delle piante, la presenza di malattie e le condizioni climatiche: da un lato, il macroclima -latitudine, altitudine- e dall'altro il mesoclima - temperatura, precipitazioni, vento ed escursione termica.
    Parlando di caffè, occorre distinguere le specie dalle varietà.


    Il genere Coffea comprende oltre cento specie di piante, tutte autoctone dell’Africa tropicale e di alcune isole dell’Oceano Indiano. Le specie più popolari sono la Coffea arabica e la Coffea canephora, meglio conosciuta come Robusta.


    Il termine varietà, invece, si riferisce alla differenziazione genetica delle piante di caffè. Si può affermare che nel mondo esista un numero sconosciuto di varietà; solo in Etiopia ne esistono tra le 6.000 e 10.000.

     

    Proprio dall'Etiopia inizia il viaggio di Coffee Sapiens: un'avventura per scoprire il caffè, viverlo e capirlo.


    Seguite Andy Anderson, in arte @manmakecoffee, e scoprite da dove arriva quel profumo straordinario. 

    Il viaggio continua

    Coffee Sapiens

    L'ultima tappa della collaborazione tra Ferran Adrià e Lavazza, per superare ancora una volta i confini del caffè.

    SCOPRI DI PIÙ

     

     

     

     

    Abbiamo trovato altri articoli che potrebbero interessarti...

    MAGAZINE
    Espresso

    Coffee Hacks

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    Lavazza a Care's

    Coffee Sips

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    Lavazza al Sigep 2018

    Coffee Sips

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    Bere un caffè e pagarne due

    Coffee Sips

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    Storia del caffè

    Coffee Sips

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    Il caffè italiano

    Coffee Sips

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    I caffè letterari

    Coffee Sips

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    Cultura del caffè

    Coffee Sips

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    Un caffè a testa in giù

    Coffee Sips

    SCOPRI DI PIÙ
    MAGAZINE
    Coffee Culture

    Manifesto

    SCOPRI DI PIÙ