Totale provvisorio
    Il carrello è vuoto
    Hai aggiunto al carrello
     
    TOTALE PARZIALE
    VAI AL CARRELLO

    TORNA INDIETRO
    Coffee Hacks

    Ex Machina: Riflessioni sulle Macchine da Caffè

    Pubblicato il 16 marzo 17

    French press, moka, Chemex, la macchina da caffè moderna. E così via. Gli strumenti che usiamo per preparare quell’ottima bevanda che chiamiamo caffè sono tanti e differenti, così come le occasioni per apprezzarla.

    La scelta del proprio strumento è quasi una questione ideologica. I “tradizionalisti” italiani, ad esempio, restano legati alla vecchia amata moka, resistendo alla diffusione incalzante delle macchine per espresso casalinghe.

     

    Alcuni decantano le nuove capsule, viste come l’apice del piacere individuale, create su misura per tutti i gusti e per offrire in pochi secondi un caffè di qualità e dal sapore intenso come al bar.

     

    Altri preferiscono il fascino più lento e riflessivo della French press, la caffettiera a stantuffo, o del Chemex, l’iconica caffettiera disegnata da un chimico tedesco nella prima metà del XX secolo, che, con il suo splendido design, si è guadagnata un posto al MoMA di New York.

    ex-machina_medium-01
    ex-machina_medium-02

    Spesso attribuiamo anche un valore sentimentale a questi strumenti affascinanti. A Napoli, ad esempio, molte caffettiere sono utilizzate dalla stessa famiglia per decenni, passando di generazione in generazione. Preparano il caffè e racchiudono al loro interno tutta la ricchezza della storia di famiglia.

     

    È un po’ come lo scalpello dello scultore, o il pennello del pittore: lo strumento che sceglierai per preparare il caffè caratterizzerà la tua esperienza di gusto e il prodotto finale. Usi una French press? Il segreto sta nel movimento lento e sicuro dello stantuffo. Una moka, d’altra parte, richiede maggiore attenzione al tempo.

     

    Un espresso fatto con una caffettiera Lavazza A Modo Mio offrirà un’esperienza totalmente diversa da quella che si prova con un caffè turco preparato nel cevze.

     

    Bere un caffè rappresenta un’esperienza sensoriale a tutti gli effetti. E allora perché non provare qualcosa di nuovo? Se la tua passione è la rapidità e l’intensità dell’espresso al bar, magari potresti provare il piacere lento e senza fretta di una caffettiera a stantuffo. O viceversa.

     

    A prescindere dalla macchina o la caffettiera che utilizzerai, goditi il tuo caffè. Te lo meriti.

    Questo articolo si basa sul contenuto di “L’observatoire des saveurs”.

    Abbiamo trovato altri articoli che potrebbero interessarti...