Febbraio
Year2022
Discover

Ben Harper

  • Febbraio
  • Virginia
  • Aurora
The Artivist

Si potrebbe dire che il musicista e polistrumentista Ben Harper sia nato praticamente con una chitarra in mano (se lo fosse stato, avrebbe dovuto essere una lap steel guitar Weissenborn).

I suoi nonni gestivano il famoso e amato Folk Music Center a Claremont, in California, che aprirono nel 1958. Ben è cresciuto in un polo di attivisti, poeti, artisti e ovviamente grandi musicisti.

C’erano clienti frequenti come Chris Darrow, Leonard Cohen, Jackson Browne e Taj Mahal – l’ultimo dei quali portò Ben nel suo primo grande tour e gli chiese di registrare Follow the Drinking Gourd con lui (1990); l’apice di tutto questo fu suonare con Taj ad Austin City Limits (sarebbe diventata la prima delle 5 volte in cui Ben sarebbe stato nello show).

Expand

Nato il 28 ottobre 1969, quando gli anni Sessanta volgevano ad un finale ruggente, e cresciuto in una comunità così forte, costruisce un’identità musicale e una carriera che incarnano lo splendore, l’apertura mentale, l’onestà dei testi e il costante attivismo sociale di quel periodo cruciale.

Con oltre 15 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, la carriera di questo musicista, vincitore di molti GRAMMY® Awards, produttore, attivista e ora fondatore di un’etichetta discografica, si estende nell’arco di decenni, durante i quali si è affermato come un cantautore e interprete straordinariamente potente, in grado di spaziare tra molteplici generi e con una rara capacità di fondere il piano personale e politico.

The Interview
The statement

Dopo il suo tour di successo e l’uscita discografica con Taj Mahal, Ben torna in California e nel 1992 collabora con l’amico d’infanzia Tom Freund per registrare Pleasure and Pain. Nel 1993 la Virgin Records offre ad Harper un contratto discografico mondiale e nel 1994 pubblica il suo album di debutto, Welcome to the Cruel World.

L’album è stato realizzato con musicisti che sarebbero poi diventati noti come gli Innocent Criminals (il percussionista Leon Mobley, il bassista Juan Nelson e il batterista Oliver Charles). Ciò che rende la band così unica è che tutti provengono da luoghi diversi musicalmente e si completano a vicenda in virtù dei loro diversi stili. Ciò ha portato a una serie di album di successo, acclamati dalla critica e con tantissimi riconoscimenti.