TORNA INDIETRO
1 minuto

"Dei, uomini, eroi:
Dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dal Parco Archeologico di Pompei"

02-05-2019 • Eventi

San Pietroburgo - Museo Statale Ermitage

 18 aprile - 23 giugno 2019

 

 

Inaugurata il 18 aprile 2019 al Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, la mostra “Dei, Uomini Eroi. Dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dal Parco Archeologico di Pompei ”. 

 

Promossa dal prestigioso Museo Statale Ermitage con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e con il Parco Archeologico di Pompei - frutto dell’Accordo di collaborazione sottoscritto nel 2017 tra le due Istituzioni campane e il museo russo, in relazione con Ermitage Italia – la mostra propone quasi 200 opere tra affreschi, statue, mosaici e oggetti di uso comune, selezionati nelle straordinarie collezioni dei due siti, per raccontare l’arte, la storia e la quotidianità dell’antica città romana di Pompei che, con la sua repentina e tragica distruzione, ha consentito di preservare e restituire ai posteri capolavori d’arte e testimonianze di vita  e cultura unici.

 

All’evento di inaugurazione erano presenti il Direttore Generale del Museo Ermitage Michail Piotrovsky, il Direttore del MANN Paolo Giulierini e per il Parco Archeologico di Pompei l’archeologa Luana TonioloMaurizio Cecconi AD di Villaggio Globale International che ha supportato l’organizzazione della mostra, Irina Artemieva direttore di Ermitage Italia, l’Ambasciatore Italiano in Russia Pasquale Terracciano, il Console Generale italiano a San Pietroburgo Alessandro MontiPaola Cioni Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura e Francesca Lavazza membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo che ha sostenuto la mostra. 

 

Tra i Vip anche Claudio Marchisio ex centrocampista della Juventus e ora allo Zenit San Pietroburgo, Brand Ambassador Lavazza in Russia.

 

Diverse sono le sezioni tematiche narrate da questa straordinaria mostra allestita nella grande sala del Manege del Piccolo Ermitage, grazie alle selezionate testimonianze del patrimonio dell’antica città romana sommersa dai lapilli e dalle ceneri del Vesuvio nel 79. d.C.

 

La fine improvvisa di Pompei – avvenuta tra il 24 agosto o, come  suggerirebbero anche le più recenti scoperte, in ottobre – ha in molti casi cristallizzato scene, situazioni e persone, colte di sorpresa in quel tragico momento, nelle attività consuete. Una città intera, con le sue case, gli edifici pubblici, le vie, i negozi, le fabbriche, i templi e i mercati, con i suoi abitanti ma anche con i tanti oggetti in uso nei diversi ambienti, è stata riportata in luce a partire dal 1748 e continua tutt’ora a rivelare nuovi siti e nuove opere.

 

Un’esposizione di rilievo che prende vita grazie al sostegno di Lavazza, partner del Museo Statale Ermitage dal 2016, che si è sempre espressa a favore della promozione artistica e culturale a livello internazionale.

 

Tra le opere più rappresentative sono esposte l’imponente “Erma di Mercurio” dal Tempio di Apollo o il Busto di Giove dal Capitolium, dedicato a Giove, Giunone e Minerva, gli splendidi affreschi con “Zeus in trono” dalla Casa dei Dioscuri e “Achille e Briseide” dalla Casa del Poeta Tragico, il “Dioniso e Arianna” e “Alessandro e Rossane” dalla Casa del Bracciale d’Oro  e “Eracle e Deianira” e “Giunone ed Ebe” dalle ville di Stabia del Parco Archeologico di Pompei e ancora l’eccezionale tarsia in marmo con “Scena dionisiaca” riemersa dalla Casa dei Capitelli colorati.

 

 

Oggetti di grande raffinatezza e prestigio come l’assoluto unicum del “Vaso blu”, capolavoro in vetro blu e cammeo che costituisce una delle opere iconiche del MANN (scoperto dai Borbone nella necropoli di Pompei nel 1837) e le astre in vetro cammeo di “Arianna” e “Dioniso e Arianna”.

 

Non si potevano infine dimenticare il teatro e i giochi gladiatori, son infatti esposti elmi e cnemides in bronzo, decorati con scene mitologiche che raccontano a loro volta di Dei ed Eroi - riaffiorati dalle ceneri del tempo.

 

“Dei, Uomini, Eroi” è dunque un evento di assoluto rilievo per Napoli e per il Museo Hermitage, un ulteriore progetto che promuove l’italianità in Russia, da sempre interessata e appassionata di arte e cultura italiana. 

 

DOWNLOAD
DOWNLOAD
PDF