• Stampa
  • Preferiti

LAVAZZA CONQUISTA IL GRANDE SLAM

Due mondi che s’incontrano per regalare autentiche emozioni

Lavazza celebra il grande tennis. Dopo aver portato la pausa caffè a Wimbledon nel 2011, dal 2015, Lavazza è l’unico brand al mondo ad essere partner di tutti i 4 tornei del Grande Slam.

Una partnership fortunata, che prosegue  anche in occasione dei prossimi US Open, che l’hanno scorso hanno visto lItalia protagonista nella finale.

Quella dell’anno passato è stata un’edizione ad alto tasso di passione con la nostra Flavia Pennetta sul podio del vincitore. Una storia tutta italiana quella della pausa caffè, una tradizione che diventa oggi vero e proprio rito tra gli spalti di Wimbledon, Us Open, Roland Garros e Australian Open.

Il caffè è quel rito tutto italiano che da sempre ci distingue e di cui siamo orgogliosi e che grazie a Lavazza identifica anche le pause di chi, tra un set e l'altro, si gode l'avvenimento tennistico più prestigioso del mondo: il Grande Slam.

Questo perché Lavazza è da sempre attenta al linguaggio della passione.


“Molti sono, infatti, i valori che ci accomunano, tra cui tradizione, innovazione, ritualità, internazionalità e soprattutto passione”.

Cit. Giuseppe Lavazza


Lavazza e il tennis
E proprio per questo Lavazza ha siglato una partnership esclusiva con tre dei quattro tornei del Grande Slam.

Più di 2 milioni di appassionati di tennis possono così gustare l’autentico espresso italiano nella sua versione più sportiva, pensata per chi vuole godersi il rito di un buon caffè senza perdere neanche un colpo sul campo di gioco.


"Gli accordi con Wimbledon, U.S. Open e ora anche con Roland Garros hanno un significato che va ben al di là di una partnership commerciale (…) I due mondi del caffè e del grande tennis sono più complementari di quanto si possa immaginare."

Cit. Giuseppe Lavazza


Inoltre, grazie alla relazione con Caroline Wozniacki, sua ambasciatrice al Grande Slam, Lavazza si prepara a diventare il caffè ufficiale dei coffee lovers sparsi in tutto il mondo.

Perché in una tazzina di caffè, c’è molto di più da gustare.

Lavazza e il tennis