• Stampa
  • Preferiti

Più info

Mettete insieme tre chef stellati, un’ironica scrittrice e giornalista gastronomica e la rappresentante appassionata di un’azienda di caffè e il successo dell’incontro è assicurato.

Massimo BotturaAntonino Cannavacciuolo e Davide Oldani, nella chiacchierata dal titolo Conversazioni di gusto e di design intorno a un caffè Lavazza, hanno conquistato il pubblico e segnato una bella pagina di alta gastronomia.

L’occasione è stata l’anteprima dei video che vedono i tre chef protagonisti di una scelta di gusto firmata Lavazza. Intorno alle passioni per le diverse miscele, Bottura, Oldani e Cannavacciuolo si raccontano durante una pausa caffè rivelando ispirazioni, sogni e la loro filosofia di artisti dell’alta gastronomia.

A Camilla Baresani il compito di far emergere da ciascuno la loro filosofia e il loro stile di vita e di lavoro.

E così mentre Francesca Lavazza sottolinea la grande sintonia di intenti che lega l’azienda da anni agli chef – da Adrià in poi infatti il lavoro in team con gli esperti Lavazza hanno prodotto creazioni uniche e cambiato la percezione del caffè e del design – e Marcello Arcangeli, responsabile del Training Center
Lavazza, evidenzia la costante ricerca sul prodotto e l’importanza della ricerca nel percorso e nella storia del caffè – i tre chef entrano nel vivo della loro attività.

E tra pensieri gastro filosofici e pop democratici, in un crescendo di coinvolgimento e di emozioni vere, l’incontro trova, nella degustazione delle ricette firmate dai tre chef (il Camouflage di Bottura, il Tonno Vitellato di Cannavacciuolo e il Biscotto al grana con gelato al latte e agrumi di Oldani) e realizzate con le miscele A Modo Mio, una degna conclusione.