• Stampa
  • Preferiti

Lavazza è sempre stata un’azienda orientata alla comunicazione innovativa.
Le strategie di immagine applicate nei primi anni di attività erano già all’avanguardia per l’Italia dell’epoca. Poi è cominciata l’era della comunicazione vera e propria, con l’ingresso in azienda di Emilio Lavazza e l’incontro con Armando Testa, uno dei pionieri della pubblicità italiana.

La collaborazione, iniziata nel 1958 con la campagna Paulista, procede da un millennio all’altro, attraverso tutti gli stili e le tendenze artistiche.

A partire dai primi sacchetti a marchio Lavazza, dalle campagne TV degli inizi alla Campagna Paradiso e al binomio con i grandi fotografi per le Campagne Calendario internazionali, la storia della Comunicazione Lavazza racconta la sinergia tra un committente geniale e illuminato e un fornitore creativo e altrettanto innovativo.

Il risultato è la felice coesistenza di due registri completamente diversi: la tradizionale comicità italiana della Campagna Paradiso e l’affermazione stilistica internazionale delle Campagne Calendario.

Un caffè nei giardini dell’Eden 2013-2014 Un caffè nei giardini dell’Eden

 

 

Ottobre 2013. Viene presentato Inspiring Chefs, il Calendario Lavazza 2014, un riferimento d’eccellenza per gli amanti della fotografia d’autore che, con il celebre ritrattista Martin Schoeller, scelto per questa edizione, rende protagonisti gli chef, coloro che fanno dell’ispirazione in cucina il proprio mantra. A loro Lavazza ha dedicato l’intero 2014 con un Calendario presentato alla stampa nazionale e internazionale a Milano. I “magnifici sette” sono Ferran Adrià e suo fratello Albert, Michel Bras, Massimo Bottura, Antonino Cannavacciuolo, Carlo Cracco, Davide Oldani, cuochi e innovatori che da anni si lasciano conquistare dal caffè Lavazza e che lo reinterpretano attraverso le loro creazioni.

“From Italy with passion” è la campagna internazionale dedicata a Lavazza A Modo Mio. Lo spot mostra il viaggio di un barista italiano che, all’avvio della macchina Lavazza A Modo Mio, parte con un vassoio e una tazzina di caffè dal San Tommaso 10 di Torino, in Italia, luogo dove è iniziata la storia di Lavazza nel 1895. Da qui, il barista attraversa diverse città italiane, raccogliendo le esperienze, i sorrisi e il gusto del saper fare tipico del Bel Paese, fino ad arrivare a consegnare simbolicamente tutti questi valori nelle case di tutto il mondo. La campagna “From Italy with passion” è stata declinata in tv, web, stampa, affissioni e billboards.

Anche nel 2014 continuano le avventure nel Paradiso Lavazza, con una importante novità. Nell’episodio “Giardini dell’Eden” c’è un grande ritorno: Tullio Solenghi, primo inquilino del Paradiso Lavazza, interpreta San Pietro. Con la sua esperienza, ironia ed eleganza raccoglie l’eredità di Riccardo Garrone, precedente interprete del ruolo, cui Lavazza rivolge un sentito grazie per la professionalità e la passione con le quali ha contribuito al successo della Campagna Paradiso. In precedenza, nell’episodio andato in onda a marzo 2014 “Incantesimo Italiano”, Brignano ci fa sorridere con una magica caffettiera e Qualità Rossa Lavazza.

Il Salone del Gusto e Terra Madre 2014 hanno rappresentato per Lavazza l’occasione per ribadire l’impegno dell’azienda per l’Africa e la difesa della sostenibilità ambientale con un’attenzione continua alla qualità. È stato un punto di partenza verso il grande appuntamento dell’Esposizione Universale di Milano, in partnership con Slow Food, sin dal primo Salone del Gusto del 1996. I visitatori si sono immersi nel mondo di aromi e immagini concepito dall’architetto Fabio Novembre e dal suo Studio, vivendo il momento di socialità rituale rappresentato dalla pausa caffè. Un’anticipazione, questa, della presenza di Lavazza all’EXPO 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, dove sarà il caffè ufficiale del Padiglione Italia.

Anche nel 2014, a rendere la presenza Lavazza a Wimbledon vincente, la comunicazione efficace delle immagini del canadese Joey L., che hanno accompagnato i londinesi negli spazi outdoor della città durante il torneo. Protagonisti della campagna gli arbitri e gli honorary steward, con una tazzina di espresso in momento di pausa: una comunicazione distintiva incentrata sui valori di condivisione, autenticità, heritage ed esperienza centenaria che accomunano Lavazza e Wimbledon.

La campagna “Sarete più famosi”, dedicata ai professionisti dei bar e online sulle principali riviste di settore, ha presentato la nuova proposta Lavazza Professional per i baristi e per i professionisti della ristorazione.

Lavazza: il buongiorno italiano nel mondo 2012-2013 Lavazza: il buongiorno italiano nel mondo

 

 

Nel 2012 Lavazza rinnova la sua collaborazione con i grandi chef sui progetti di top gastronomy: durante il “Lavazza Experience” del Fuorisalone di Milano i tre famosi chef italiani Massimo Bottura, Antonino Cannavacciuolo e Davide Oldani hanno presentato i video web di cui sono protagonisti e che raccontano tre diversi, personalissimi approcci alle miscele Lavazza A Modo Mio. Nell’incontro “Conversazione sul gusto e sul design intorno a un caffè” le tre eccellenze della gastronomia italiana hanno raccontato di come la qualità e il gusto autentico nascano dalle loro pause creative. Sorprendere e sorprendersi, attingere alle origini degli ingredienti, alla terra, valorizzare le proprie radici e scoprire le meraviglie del mondo, lavorare con passione e rigore. Ciascuno di loro ha potuto confermare ai presenti che tutto nasce da una pausa creativa, diversamente vissuta, “A Modo Mio”.

Al risveglio non c’è modo migliore per dire buongiorno che con un buon caffè italiano firmato Lavazza. E non solo in Italia. Da settembre 2013 la passione per il caffè e l’eccellenza italiana hanno raggiunto anche le case degli americani con nuova gamma di miscele. “Buongiorno America: there’s a new coffee in town” è la campagna pubblicitaria firmata dall’agenzia Alberto Baccari e dal suo team di collaboratori, apparsa sui maggiori periodici, quotidiani e siti nordamericani. Lavazza ha voluto trasferire anche negli Stati Uniti un’abitudine quotidiana tipicamente italiana. Così per il lancio dei nuovi prodotti Gran Aroma, Classico, Gran Selezione e Perfetto, la campagna integrata ha ripreso il nome del celeberrimo programma mattutino della ABC, Good Morning America, per dare uno speciale buongiorno “all’italiana” alle principali città statunitensi: “Buongiorno New York”, “Buongiorno Chicago”, “Buongiorno San Francisco”...

Nel 2013, per il terzo anno consecutivo, Lavazza è il caffè di Wimbledon. The New Tradition è il claim della campagna stampa outdoor Lavazza che ha incontrato i londinesi nelle stazioni della celebre metropolitana in occasione del torneo. Protagonisti i volti icona di Wimbledon – gli arbitri e gli honorary steward – ritratti dal fotografo canadese Joey L. nei loro momenti di pausa dai ritmi quotidiani del torneo. Lavazza ha inoltre lanciato il contest “Create your New Tradition” dedicato ai residenti inglesi e strutturato in due fasi. Gli utenti sono stati invitati a votare la migliore specialità Lavazza in abbinamento ad una tradizione britannica. In palio oltre 350 card iTunes e 100 macchine Lavazza A Modo Mio Wimbledon Limited Edition. La presenza scenica e l’ironia di Enrico Brignano continuano a rinnovare la Campagna Paradiso. Lavazza Qualità Rossa è la miscela perfetta nello spot “Ritorno a casa”, che risveglia i bei ricordi. Lavazza A Modo Mio accompagna una dichiarazione appassionata sotto le stelle nello spot “Sposami”, mentre scopriamo che Lavazza Qualità Oro è la miscela originale di Luigi Lavazza nello spot “Ricetta segreta”.

I primi 20 anni del Calendario, i primi 150 anni d’Italia. Nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia Lavazza è una presenza costante. 2011-2012 I primi 20 anni del Calendario, i primi 150 anni d’Italia.

 

 

Novembre 2011: è on-air la nuova campagna per Favola, la macchina del sistema espresso A Modo Mio, realizzata in collaborazione con Electrolux. Periodici e quotidiani, maxi-affissioni speciali, materiali punto vendita e un video web da più di un minuto raccontano il lancio della nuova macchina per espresso Lavazza. Favola A Modo Mio atterra in una dimensione surreale fatta di carta, creando scompiglio e felicità tra tutti i protagonisti delle favole. Così tra velieri che volano tra le nuvole, polpi e gnomi che portano le cialde, topolini che rubano cucchiaini, bustine di zucchero che si trasformano in tappeti volanti, streghe, principesse, uccellini, carrozze, pifferai e castelli la macchina per espresso fa il suo esordio, sottolineato anche dall’head-line “Non c’era una volta”. La campagna è stata ideata dall’Agenzia Armando Testa.

 

Nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia Lavazza è una presenza costante. Ai festeggiamenti di Esperienza Italia 150 si beve soltanto Lavazza, caffè ufficiale: nella speciale tazzina commemorativa tricolore, disegnata da Lavazza per l’occasione. E tutte le sette mostre in cui si articola la manifestazione sono sponsorizzate da Lavazza, compreso lo straordinario omaggio a Leonardo Da Vinci “Leonardo: il genio, il mito”.

Nel 2011 si festeggia anche il 20° anniversario del Calendario Lavazza. Annie Leibovitz, Helmut Newton, Ellen von Unwerth, Ferdinando Scianna, Albert Watson, David La Chapelle, Jean-Baptiste Mondino ed Eugenio Recuenco sono alcuni dei grandi fotografi che hanno lavorato con il brand: Lavazza li celebra con il progetto multimediale “Con te partirò” (una mostra alla Triennale di Milano, un progetto digitale e una monografia fotografica), che festeggia l’uscita del Calendario n° 20, ottobre 2011.

In questa occasione Lavazza lancia un photo scouting per individuare gli autori dei prossimi calendari: la selezione, sui temi del viaggio e della seduzione, è affidata al famoso designer Fabio Novembre. In primavera Lavazza torna al Salone del Mobile di Milano come partner della famosa rivista “Interni”: alla mostra “Mutant Architecture” all’Università Statale di Milano offre l’autentico espresso italiano a tutti gli intervenuti, e collabora con l’architetto Lorenzo Palmer per l’installazione “Lavazza Piazza Italiana”. A Modo Mio arriva a Hollywood: la macchina per l’espresso perfetto compare nel film “This Must Be The Place” di Paolo Sorrentino, insieme al premio Oscar Sean Penn.

Il 2011 è anche l’anno in cui Lavazza diventa partner del torneo di Wimbledon come fornitore ufficiale. Tutti, spettatori e giocatori, possono finalmente assaporare l’autentico espresso italiano. La partnership viene lanciata e sostenuta da un progetto di comunicazione integrata realizzato in collaborazione con:

•  Armando Testa: studio e realizzazione logo Lavazza e Wimbledon, campagna dedicata e animazione in stop motion

•  Neri Wolff: sviluppo della Partnership Identity

•  LBI Group Milano per le attività di Digital Marketing: Minisito e app mobile We are the Queue

•  Promoconvention per la gestione dell’evento e dei contributi video


La campagna internazionale 2011 rende protagonista l’Alta Gastronomia: due star assolute come Ferran Adrià e Antonino Cannavacciuolo, due visioni differenti della gastronomia – l’innovazione più rivoluzionaria e il più rigoroso rispetto per la tradizione – trovano un armonico accordo nell’aroma Lavazza.

 

2012
La Campagna Paradiso si rinnova ancora e accoglie nel suo paesaggio celeste Enrico Brignano, che mai prima d’ora aveva accettato di partecipare come testimonial a una pubblicità. Brignano, in un momento particolarmente felice della propria carriera, giunge in Paradiso con quel pizzico di novità necessario all’evoluzione naturale della campagna più longeva – e amata – d’Italia.

La “Campagna Paradiso” compie 15 anni 2009-2010 La “Campagna Paradiso” compie 15 anni e si regala una collezione di design

 

 

A 5 anni dal progetto ¡Tierra!, Lavazza collabora di nuovo con il famoso fotografo Steve McCurry. Tre scatti esclusivi tratti dallo stesso progetto, che documentano il continuo impegno Lavazza per la sostenibilità ambientale e culturale, esposti in occasione della sua mostra personale al Palazzo della Ragione di Milano.
A Modo Mio non è soltanto il nuovo sistema che porta l’espresso perfetto a casa di tutti: è anche un concetto innovativo che stimola la creatività di grafici e designer. Il famoso vignettista Giorgio Forattini è uno degli artisti che si sono impegnati a disegnare un nuovo vestito per A Modo Mio: “Un caffè A Modo Mio” è il risultato, otto vignette per otto adesivi esposti il 2 Luglio 2009 al Palazzo Reale di Milano.

Il Fuori Salone di Milano, nota manifestazione parallela al Salone del Mobile, ospita l’evento “Lavazza Design Paradiso” : 10 talenti del design italiano interpretano l’iconografia del “paradiso” Lavazza.
Il giusto riconoscimento per una delle campagne televisive più longeve nella storia della pubblicità italiana. A “Identità Golose 2009” Lavazza presenta Espoon, il cucchiaino forato disegnato dallo chef Davide Oldani e realizzato dal Training Center Lavazza. Sintesi geniale di semplicità ed efficacia, Espoon scioglie lo zucchero senza disperdere il calore e mantenendo intatta la crema del caffè.

Il Calendario Lavazza 2009 è firmato Annie Leibovitz, una delle fotografe più conosciute e apprezzate. Il tema è lo stile Italiano, interpretato attraverso uno spettacolare viaggio fotografico che rende omaggio al Belpaese celebrando la Moda, l’Arte, la Cucina, la Seduzione, il Cinema e la Storia.


2010
15° anniversario della Campagna Paradiso: oltre 60 episodi con testimonial d‘eccezione, per trasformare una semplice pubblicità in un appuntamento fisso per milioni di spettatori. “Il nostro Paradiso – racconta Giuseppe Lavazza, Vicepresidente del Gruppo Lavazza – è più di una campagna, è un concetto al quale siamo tutti affezionati, una parte integrante della nostra immagine di marca.” Guarda gli Spot TV 

Il Calendario Lavazza 2010  è firmato Miles Aldridge, sotto la direzione creativa di Armando Testa. Lavazza torna al Fuorisalone del Salone del Mobile di Milano con la mostra “Design Machines” e il libro omonimo curato da Virginio Briatore. La storia dell’arte del “Self made Espresso” Lavazza ripercorsa attraverso tre generazioni di macchine da caffè per la casa, dal 1989 in poi.

Calendar Lavazza 2008 Design e alta gastronomia

 

 

 

 

In Paradiso arriva anche A Modo Mio. Paolo Bonolis e Luca Laurenti presentano il nuovo sistema espresso in vari episodi della lunghissima serie.
Guarda gli spot TV

Il Calendario/Campagna 2008 è firmato da Finlay MacKay.

Lavazza lancia il concorso “Un caffè con Carmencita”, legato alla mitica caffettiera Carmencita, la moka più amata dagli italiani, disegnata nel 1979 da Marco Zanuso per Lavazza e rinnovata per l’occasione. L’operazione dura un anno, ha l’obiettivo di definire il look per il nuovo pack ed è sostenuta da un mix di strumenti di comunicazione a 360°.

 

Lavazza realizza un progetto-libro-manifesto che racconta la storia del design Lavazza attraverso le icone dell’Azienda. “Lavazza Design Family” è curato da Virginio Briatore e illustra come l’azienda sia diventata una “fabbrica del linguaggio presente”: fabbrica non solo di prodotti, ma anche e soprattutto di idee, messaggi e stili di vita. Per saperne di più, visita la sezione dedicata.

Il 2008 è anche l’anno di un altro progetto editoriale: “Caffè in cucina”, per Gribaudo Editore.
Il libro fa del caffè il protagonista assoluto in cucina e nasce dalla passione Lavazza per la sperimentazione e l’esplorazione di territori del gusto sempre nuovi. Con le ricette di 24 chef italiani di fama internazionale e la prefazione di Ferran Adrià.

 

Stile assoluto e responsabilità sociale, due facce della stessa medaglia 2003-2007 Stile assoluto e responsabilità sociale, due facce della stessa medaglia

 

 

Prosegue la sinergia calendario-campagna internazionale.
Gli annunci e le affissioni che portano nel mondo lo stile Lavazza, sempre più definito e distintivo, sono tratte dai calendari 2003, 2004, 2005, 2006 e 2007 firmati rispettivamente da Jean-Baptiste Mondino, Le Gouès, Erwin Olaf, Ellen Von Unwerth ed Eugenio Recuenco.

2004

La Fondazione Lavazza avvia ¡Tierra!:
•  un progetto di sostenibilità che ha come obiettivo lo sviluppo sociale e la crescita economica delle comunità di piccoli produttori. Partito da Honduras, Colombia e Perù, oggi si sviluppa anche in Brasile, India e Tanzania;
• un reportage fotografico realizzato da Steve McCurry
• una nuova pregiata miscela di caffè Lavazza presenta il progetto al Salone del Gusto.

Bonolis e Laurenti continuano ad animare la Campagna Paradiso, che si arricchisce di nuovi personaggi e avventure: un serial in piena regola.
 

2005
Il ritorno di Carmencita!
L'icona per eccellenza della storia della pubblicità Lavazza, star di Carosello dal 1964 al 1975, torna in TV protagonista una sitcom cult di 12 puntate. Anticonformista, ironica, piena di personalità e sense-of-humour, è un modo “laterale” ed efficace per continuare a far parlare del marchio, in un contesto non commerciale e per questo ancora più prezioso.
La Sitcom sostiene anche il lancio della miscela omonima. Guarda i divertenti episodi della sitcom.

2005-06
La Campagna Paradiso presenta sempre nuove situazioni per i due inquilini celesti, che non risparmiano gag e battute ai loro divertiti fan.
Guarda gli Spot TV

Lavazza, vitalità e gioia di vivere attraverso il caffè 2000-2002 Lavazza, vitalità e gioia di vivere attraverso il caffè

 

 

2000
Sempre più attiva nella comunicazione internazionale, Lavazza si rivolge a un pubblico vasto, dalle abitudini di consumo molto diverse. Nasce così il concept della campagna 2000: “Ottenere il meglio dalla vita con Lavazza, il caffè italiano”.
Il Calendario Lavazza 2000 è firmato Elliott Erwitt

2001
Il Calendario Lavazza 2001 è firmato Martine Franck e Richard Kalvar 

2002
Svolta radicale per l’immagine internazionale Lavazza, che sceglie l’esuberanza e la trasgressione. Per la prima volta, campagna internazionale e calendario nascono dalla stessa strategia e vengono affidati allo stesso fotografo: David La Chapelle

Il Calendario Lavazza 2002 è per la prima volta a colori, e contiene immagini create appositamente per le campagne stampa: piene di vitalità, esprimono alla perfezione lo spirito Lavazza del claim “Espress yourself”, che traduce la scelta dell’espresso, soprattutto all’estero, in uno stile di vita.

In Italia la campagna televisiva Paradiso prosegue, con Paolo Bonolis e Luca Laurenti al posto di Solenghi. Su internet, dei minisiti di gioco interattivi arricchiscono e completano l’esperienza dello spettatore TV.

La Campagna Paradiso, la campagna globale europea, il “Segno Lavazza” 1995-1999 La Campagna Paradiso, la campagna globale europea, il “Segno Lavazza”

 

 

1995
Senza caffè non si potrebbe essere felici nemmeno in Paradiso. Questa l'idea chiave della nuova Campagna Paradiso, protagonisti Tullio Solenghi e Riccardo Garrone nei panni di San Pietro. Tra i registi, anche Gabriele Salvatores e Alessandro D'Alatri. Guarda gli Spot TV

Prosegue l’impegno Lavazza nella comunicazione internazionale: in Francia, campagna di affissioni "Bel Canto".
In Germania, campagna “Wie in Italien” (Come in Italia) con Maria Grazia Cucinotta, protagonista del calendario 1995.

1995-1999
Lancio della prima campagna Lavazza globale europea basata su valori condivisi dal caffè e dal marchio (Lavazza è un “sorso d’Italia”). La campagna prevede due spot TV e quattro annunci stampa.

Il Calendario Lavazza 1995 è firmato Ellen Von Unwerth

1996-1997
La nuova campagna di settore dedicata a bar e caffetterie rilancia la leadership Lavazza nei pubblici esercizi. Il claim “Lavazza fa uscire il genio che c'è in te” unifica i diversi soggetti (qualità, esperienza, formazione...), presentati da un barista "genio", simbolo dell'incontro tra azienda e clienti.

Il Calendario Lavazza 1996 è firmato Ferdinando Scianna

1997-1999
Nasce la linea “Segno Lavazza, che comprende accessori e complementi d’arredo per i bar – dalla tazzina all’insegna – disegnati a partire da uno studio sulla grande “A” del marchio Lavazza. Il progetto intende fondare l’identità e migliorare la visibilità della marca negli esercizi pubblici, premiando la professionalità del barista ed esaltando il benessere del cliente.

Il Calendario Lavazza 1997 è firmato Albert Watson

1998
Esce la prima campagna stampa per il Sistema Lavazza Espresso Point, rivolta direttamente a chi consuma il caffè sul posto di lavoro: "Il grande espresso per i piccoli ambienti".

Il Calendario Lavazza 1998 è firmato Marino Parisotto

1999
Il Calendario Lavazza 1999 è firmato Magnum Photos
 

Arrivano il calendario, i nuovi testimonial, le campagne internazionali. 1993-1994 Arrivano il calendario, i nuovi testimonial, le campagne internazionali.

 

 

1993
Lavazza inaugura la prestigiosa tradizione del calendario d’autore. Nel 1993 e 1994, l’azienda si affida al maestro Helmut Newton.


1993-94
Dopo 17 anni, Lavazza cambia strategia di comunicazione abbandonando la campagna Manfredi. Per evitare il confronto diretto, i testimonial diventano quattro: Luciano Pavarotti, Monica Vitti, Giorgio Forattini e Bud Spencer.

Guarda gli Spot TV

 


All’estero Lavazza studia campagne televisive differenziate per i vari Paesi, con l'obiettivo di accrescere la diffusione e la notorietà del marchio, sempre accompagnato dal concetto di “italianità”:
•  Germania (1993-94): “Soul of Espresso”.
•  Svizzera (1993-94): “L'Italiano vero”.
•  Francia (1994): adattata la campagna TV italiana con Luciano Pavarotti e Monica Vitti.
•  Regno Unito (1994): “The Italian expression for coffee”.

Per il settore “fuori casa”, esce la Campagna Sorriso su stampa e radio, rivolta a pubblico e baristi: il sorriso nasce sia tra i frequentatori del bar, grazie a un espresso fatto a regola d’arte, sia tra i baristi, per la qualità, i servizi e l’assistenza professionale offerti da Lavazza.

Nuovi prodotti, nuove confezioni e nuovi personaggi 1978-1992 Nuovi prodotti, nuove confezioni e nuovi personaggi.

 

 

1981-88
La prima campagna specifica per gli esercizi pubblici esce su quotidiani e testate di categoria. La campagna mira a creare un’immagine Lavazza Bar valorizzando il ruolo del barista ("Lavazza per tutti i baristi d'Italia").

1986
Inaugurata la campagna Locali Storici, che qualifica l’immagine Lavazza Bar associandola al rilancio di caffè di importanza storica e culturale.

1982-92
Escono le prime campagne internazionali Lavazza, su stampa e in TV. Il messaggio unisce subito italianità e caffè espresso e presenta all’estero Lavazza come il caffè preferito dagli italiani.

 

1983-93
La campagna Manfredi si evolve negli anni, introducendo nuovi spunti e nuovi personaggi.

1986-89
Lancio di Crema e Gusto, presentato come sempre da Nino Manfredi con un nuovo tormentone: "Crema e Gusto. Ogni momento è quello giusto". Lavazza è ormai leader in Italia.

1988
Nasce Lavazza Club, “il caffè con lo smoking”, per la fascia alta del mercato: esclusivo e raffinato a partire dal nome. Anche in questo caso, il prodotto è proposto nella Campagna Manfredi.

Guarda gli Spot TV della campagna Manfredi.

La campagna Manfredi. 1977 La campagna Manfredi

 

 

Lavazza cambia strategia di comunicazione per consolidare il marchio utilizzando un nuovo format di campagna televisiva, affiancando alla struttura narrativa l’autorevolezza del testimonial: Nino Manfredi, personaggio amato e popolare nel senso migliore della parola. Fino al 1993 sarà dappertutto la personificazione del caffè Lavazza.

È una campagna che segna i tempi: utilizzata negli anni per tutte le linee di prodotto, raggiunge l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sul marchio pur parlando sempre di caffè.
Gli slogan principali entrano nel linguaggio comune con la forza del tormentone di successo:
-  "Il caffè è un piacere, se non è buono che piacere è?"
-  "Caffè Lavazza, più lo mandi giù e più ti tira su!"

La campagna TV è supportata da stampa, radio e cinema. Guarda gli Spot TV della campagna Manfredi.
 

Comunicare con chiarezza e concretezza 1970-1976 Comunicare con chiarezza e concretezza

 

 

1970
La comunicazione diventa più concreta e dimostrativa, si concentra sul prodotto, punta sulla qualità, la convenienza e la praticità d’uso.

1973-76
Lancio di nuovi prodotti e di campagne specifiche (Qualità Oro, Rossa, Blu, Argento, caffè Espresso in filtri, Grandi Auguri e Paulista). L’avvicinarsi della crisi, l’aumento dei prezzi e la pratica della “sgrammatura” da parte della concorrenza suggeriscono a Lavazza una comunicazione basata sulla chiarezza.

Guarda gli Spot TV di Caballero e Carmencita.
 

Paulista, che campagna! 1959-1969 Paulista, che campagna!

 

 

1959-1960
Lavazza sperimenta per la prima volta un’immagine di brand forte e autonoma rispetto al marchio aziendale con il caffè Paulista, macinato e confezionato in lattina “sotto vuoto spinto”.

1961-1970
Lancio di Qualità Oroil caffè delle grandi occasioni” e Dek decaffeinato, ma buono”: nuove miscele per nuove esigenze.

1962
Paulista diventa protagonista di una serie di spot cinematografici comico-musicali, realizzati con la tecnica di animazione stop motion.

 

1964
Paulista approda a Carosello con i cartoni animati già apparsi al cinema. Il Caballero Misterioso e la sua Carmencita, con le loro rime e il loro spagnolo caricaturale, sono subito famosissimi: le loro vicende dureranno fino al 1975.

Guarda gli Spot TV di Caballero e Carmencita.
 

Dal dopoguerra a Carosello 1946-1958 Dal dopoguerra a Carosello

 

 

1946
I fratelli Lavazza lanciano il primo caffè di marca. Nasce il primo logo Lavazza.

1949
La prima azione di marketing è la scelta di vendere la Miscela Lavazza in sacchetti preconfezionati e marchiati con il logo Lavazza, per veicolare l'immagine di marca senza intermediazioni: una innovazione importante, in un’epoca in cui il caffè si vendeva ancora sfuso.

1950
La prima campagna Lavazza ha come slogan "Miscela Lavazza... Paradiso in tazza”.

 

 

1958
Nei primi anni della televisione in Italia, Carosello è la trasmissione più seguita. Lavazza è naturalmente presente e inaugura una lunga serie di spot memorabili. Comincia così la storica collaborazione con lo Studio Testa.